MISURE DIFFERENZIATE PER LE AREE CRITICHE

Si ricorda che con deliberazione 1075 del 18 ottobre 2021 la Giunta Regionale ha stabilito che, nel periodo critico per la qualità dell’aria, dal primo novembre 2021 al 31 marzo 2022, nei Comuni appartenenti all’area di superamento della “Piana lucchese” (di cui alla deliberazione 1182 del 9 dicembre 2015): AltopascioBuggianoCapannoriChiesina UzzaneseLuccaMassa e CozzileMontecarloMontecatini TermeMonsummano TermePesciaPieve a NievolePonte BuggianesePorcari e Uzzano è vietato l’utilizzo di generatori di calore alimentati a biomasse (compresi i focolari aperti) con classe di prestazione inferiore alle 3 stelle di cui al regolamento adottato con decreto ministeriale 186 del 7 novembre 2017.

Restano escluse dal divieto le abitazioni in cui rappresentano l’unica fonte di riscaldamento oppure le abitazioni poste nel territorio comunale al di sopra dei 200 metri sul livello del mare.

INCENTIVI presso i Comuni

Nuovi generatori di calore in sostituzione di vecchi caminetti a focolare aperto, stufe e caldaie a biomassa legnosa, fortemente inquinanti, con un sostegno economico che può arrivare a coprire l’intero costo dell’intervento.
Sono disponibili presso i Comuni di AltopascioBuggianoCapannoriChiesina UzzaneseLuccaMassa e CozzileMontecarloMontecatini TermeMonsummano TermePesciaPieve a NievolePonte BuggianesePorcari e Uzzano gli incentivi per sostituire con dispositivi di ultima generazione camini, stufe e caldaie ormai obsoleti.

Obiettivo:
incrementare e migliorare la qualità dell’aria.

I nuovi bandi, gestiti dai comuni, hanno una prima dotazione pari a euro 633.000 euro per il 2021, 1 milione di euro per il 2022.

I Fondi sono destinati al ricambio dei generatori di calore alimentati a biomassa legnosa – camino aperto, stufa a legna/pellet – di potenza inferiore o uguale a 10 kW – , caldaia a legna/pellet – e con classificazione emissiva fino a 4 stelle con nuovi generatori a 5 stelle o pompe di calore.

I beneficiari del contributo:
Il provvedimento è rivolto ai cittadini residenti nei Comuni dell’area di superamento “Piana lucchese”. Possono cumularsi con i contributi del ‘Conto termico’ o le detrazioni fiscali – il fondo per incentivare la produzione di energia termica e per sostenere gli interventi mirati al miglioramento dell’efficienza energetica di edifici e abitazioni – da parte del Gestore Servizi Energetici.

L’incentivo regionale consiste in una percentuale aggiuntiva rispetto a quella rilasciata dal GSE o con le detrazioni fiscali e può coprire fino al 100% della spesa ammissibile.

Sono ammesse le spese relative all’acquisto e all’installazione di nuovi generatori in sostituzione di quelli obsoleti, ma non i casi di nuova installazione.

Gli incentivi saranno erogati ai richiedenti in possesso dei requisiti fino a esaurimento fondi e secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande.

Sono disponibili presso i Comuni di AltopascioBuggianoCapannoriChiesina UzzaneseLuccaMassa e CozzileMontecarloMontecatini TermeMonsummano TermePesciaPieve a NievolePonte BuggianesePorcari e Uzzano gli incentivi per sostituire con dispositivi di ultima generazione camini, stufe e caldaie ormai obsoleti.

Obiettivo:
incrementare e migliorare la qualità dell’aria.

I beneficiari del contributo:
Il provvedimento è rivolto ai cittadini residenti nei Comuni dell’area di superamento “Piana lucchese”. Possono cumularsi con i contributi del ‘Conto termico’ o le detrazioni fiscali – il fondo per incentivare la produzione di energia termica e per sostenere gli interventi mirati al miglioramento dell’efficienza energetica di edifici e abitazioni – da parte del Gestore Servizi Energetici.

L’incentivo regionale consiste in una percentuale aggiuntiva rispetto a quella rilasciata dal GSE o con le detrazioni fiscali e può coprire fino al 100% della spesa ammissibile.

Sono ammesse le spese relative all’acquisto e all’installazione di nuovi generatori in sostituzione di quelli obsoleti, ma non i casi di nuova installazione.

Gli incentivi saranno erogati ai richiedenti in possesso dei requisiti fino a esaurimento fondi e secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande



CHIAMA ORA !
Richiedi maggiori informazioni

Facci una domanda

Nome
Cognome