Il Forno a legna tradizionale

Pane, focacce, arrosti, verdure…Sono tante le specialità che si possono cuocere e che il forno a legna esalta al massimo.

La cottura nel forno a legna dona ai cibi sapori più ricchi, intensi sicuramente meno standardizzati. E aspettate almeno un paio di ore affinchè il forno raggiunga la temperatura adeguata alla cottura è più che giustificato dal risultato finale. Un tempo occorreva numerose cotture per “tarate” definitivamente il forno ma oggi si trovano forni con portina in ghisa e vetro ceramico dotate di termometro che facilitano il controllo e la gestione della cottura, riducendo il numero di tentativi falliti! Il forno tradizionale a legna mantiene a lungo il calore anche a fiamma spenta. che sia direttamente sul fondo in refrattario o in appositi contenitori (teglie o casseruole), in forno è possibile cucinare ogni pietanza e con molteplici tecniche: arrosto, umido, gratin… L’importante è iniziare con la cottura di cibi che richiedono temperature più elevate, per finire con quelli che hanno bisogno di cotture più dolci (es. torte o biscotti), in modo da ottimizzare l’utilizzo del prodotto.

Forno a legna in acciaio

Reinterpreta le forme e la funzionalità del forno a legna allineandone l’estetica al gusto contemporaneo e ai più moderni  giardini o spazi all’aria aperta. La volta realizzata in acciaio inox di elevato spessore consente di raggiungere le temperature elevate necessarie alla cottura della vera pizza, in brevissimo tempo e con pochissima legna. Il piano cottura è realizzato in materiale refrattario da 3 cm di spessore per il rilascio lento e delicato del calore come da tradizione. Disponibile nella versione con carrello o da “libero posizionamento” per terrazze, balconi, o incasso nelle cucine da esterno.